In questo articolo l'avvocato dell'ecommerce spiega in cosa consiste la Consulenza legale aziende e business digitali

Consulenza legale aziende e business digitali: supporto completo per le imprese

Cosa vuol dire consulenza legale aziende e business digitali? Che attività comprende la consulenza legale per ecommerce?

Consulenza legale e business digitali sono due mondi destinati a incontrarsi sempre più spesso. Si, perché aziende e professionisti che hanno intenzione di avviare un business nel mondo digital (o lo hanno già fatto), si trovano di fronte a un quadro normativo in continua evoluzione, spesso ignorato dai classici studi legali, per natura rigidi e poco avvezzi all’aggiornamento costante su queste tematiche. 

Per questo ogni business digitale necessita di un consulente legale specializzato in quest’ambito.

Dall’adeguamento GDPR e privacy del sito web aziendale alla contrattualistica con i fornitori esterni che gestiscono le attività di digital marketing, fino al mondo dei documenti legali necessari per e-commerce e marketplace, gli ambiti di intervento della consulenza legale nel mondo digitale sono innumerevoli.

In questo focus facciamo un rapido excursus definendo i casi più comuni in cui è utile e perché.

Analisi del progetto digital e consulenza legale aziende e business digitali

Nell’ambito di un progetto digitale arriva sempre il momento in cui ci si chiede: “E ora come procedo?” 

Una nuova direttiva europea sull’e-commerce che cambia le carte in tavola, un competitor che sta mettendo a rischio il tuo brand o che viola i diritti di copyright dei contenuti del tuo sito, una web agency che non adempie con diligenza ai suoi compiti: insomma, le situazioni in cui è necessario l’intervento di un legale digitale possono essere tante ed è questo il momento giusto in cui ricorrere ad una consulenza legale per business digitali.

Niente di più concreto, questo tipo di consulenza ha l’obiettivo di risolvere problemi comuni, mettendo al riparo il tuo business digitale.

Il punto di partenza è l’analisi del progetto, sia che si trovi in fase di avvio, sia in fase avanzata. Questo step è utile per inquadrare in maniera approfondita le esigenze del business digitale e definire le azioni concrete da intraprendere, anche intervenendo sul core business per riportarlo all’interno dei confini della normativa.

Gli obiettivi finali:

  • essere certi di portare avanti un business digitale legale, non incappare in violazioni evitabili e sanzioni pesanti e migliorare l’affidabilità e la reputazione del progetto;
  • assistere dal punto di vista legale il business digitale, per prevenire e risolvere controversie con i propri clienti o fornitori.

| Consulenza legale business digitale: alcuni dei possibili ambiti di intervento 

Entrando maggiormente nel dettaglio, ecco alcuni dei casi più comuni di applicazione della consulenza legale per business digitali.

| Consulenza legale per gli e-commerce

Gestire un e-commerce può essere molto profittevole. Diversi sono gli imprenditori che hanno affiancato la vendita online all’attività di distribuzione tramite i canali tradizionali, oppure sono partiti direttamente con il web. 

Ma come essere certi di avere un e-commerce legale?

Il mondo degli adempimenti legali degli e-commerce è molto ampio, include diversi obblighi e divieti trasversali, comuni a tutte le tipologie di business, più alcuni adempimenti specifici relativi alla categoria merceologica di interesse.

Nel primo caso, solo per fare alcuni esempi, rientrano:

Nel secondo caso, invece, tutto dipende dalla tipologia di business (ad esempio se si tratta di dropshipping o vendita diretta) e dalla tipologia di prodotti o servizi venduti. 

Solo per citare alcune casistiche particolari, esistono norme specifiche che regolano gli e-commerce di giocattoli, con la previsione di avvertenze specifiche, gli e-commerce di vino e alcolici, per i quali è necessario rispettare il divieto di vendita ai minorenni oppure tutta il quadro normativo speciale che regola la vendita online di prodotti usati.

Per ottenere buoni risultati, gli imprenditori devono concentrarsi sul business, il rispetto delle norme e l’adeguamento degli asset è bene lasciarlo agli esperti in diritto del digitale, servendosi della consulenza legale per business digitali.

Approfondisci qui > Studio legale specializzato in e-commerce

| Consulenza legale per i marketplace online

Anche il mondo dei marketplace ha subito negli anni una continua evoluzione e un irrigidimento del quadro normativo. Questo vale sia dal lato dei gestori delle piattaforme, sia lato venditori che vi aderiscono.

Se hai creato il tuo marketplace, o sei in procinto di farlo, devi assolutamente fare un check legale per verificare che rispetti il complesso di norme dedicate al settore.

Le novità normative più importanti per i marketplace arrivano dall’Unione Europea e in particolare dall’approvazione del Digital Services Act (DSA) e del Digital Markets Act (DMA), i due Regolamenti che hanno introdotto nuovi obblighi di trasparenza, tracciabilità e cooperazione con le autorità per queste piattaforme.

Ma non solo. I marketplace sono chiamati a rispettare la normativa del Regolamento 1150/2019  che regola il rapporto tra marketplace e venditori. 

Novità degli ultimi anni è anche l’obbligo di iscrizione dei marketplace al Registro Operatori Comunicazione (ROC), introdotto con la Legge di Bilancio 2021.

Approfondisci qui > Obblighi legali per i marketplace: ecco la normativa

Oltre ai gestori, i protagonisti dei marketplace sono anche (e soprattutto) i venditori che propongono prodotti e servizi in questi mercati e che a loro volta sono titolari di obblighi e diritti derivanti dalla presenza sul marketplace.

Per fare l’esempio più lampante: i seller presenti su Amazon sanno bene quanto possano pesare le questioni legali all’interno di questo marketplace e quanto incidono sui risultati delle vendite, a partire dall’azione di blocco dell’account venditore.

Bene, anche per questi seller il supporto della consulenza legale per business digitali può fare la differenza sulle performance e migliorare il rapporto con il marketplace.

| Consulenza legale GDPR e privacy per il web

Ovviamente la consulenza legale non può non toccare anche l’ambito della normativa sulla protezione dei dati delle persone fisiche, la cosiddetta privacy, dove il GDPR ha introdotto da un po’ di anni una serie di attività obbligatorie in capo alle aziende, soprattutto per quelle attive in ambiente digitale.

Non solo informative privacy, ma anche atto di nomina a responsabile del trattamento, redazione del registro dei trattamenti, analisi dei trattamenti, autorizzazioni ai dipendenti o collaboratori esterni. In tutti questi ambiti l’improvvisazione può comportare sanzioni economiche nonché gravi danni a livello di reputazione.

 Approfondisci qui > Consulenza GDPR per siti web

| Consulenza legale per il digitale: Contratti con web agency e fornitori di servizi di digital marketing

Contrattualizzare il rapporto con i fornitori di servizi è un altro passaggio fondamentale per i business digitali: dai servizi di trasporto e logistica fino a tutto il mondo del digital marketing e dei servizi IT.

Ecco alcuni dei contratti web più comuni per i quali è importante richiedere una consulenza legale digitale

  • Contratto servizi web agency
  • Contratto web marketing
  • Contratto freelance
  • Contratto collaboratori
  • Contratto assistente virtuale
  • Contratto gestione e-commerce
  • Contratto campagne ADV
  • Contratto social media manager
  • Contratto di hosting provider

Regolamentare le attività e i punti critici della collaborazione con  tutto il mondo dei fornitori è la forma migliore di tutela del business digitale

Cosa succederebbe se per un disservizio di un’agenzia esterna il tuo sito smettesse di funzionare?

 Approfondisci qui > Contratto Web Agency

Consulenza legale per il digitale: assistenza con i fornitori di servizi digitali

Tutte le aziende che operano online stipulano contratti con fornitori di servizi digitali: contratti di hosting, contratti per l’utilizzo di strumenti di marketing e advertising (Google ADS, Facebook ADS), contratti per l’utilizzo di sistemi di pagamento (Payment Gateways), contratti di vendita tramite marketplace, e molti altri ancora.

Capita però che nell’utilizzo di tali sistemi si verifichino situazioni che richiedono l’intervento di un legale esperto nel digitale. Pensiamo a casi come: blocco account Amazon, oppure blocco account Google ADS, blocco account Etsy, sospensione account PayPal. Tutte situazioni che creano non pochi problemi e gravi danni economici alle aziende che si servono di questi strumenti per raggiungere i propri clienti.

Spesso, poi, i fornitori dei servizi digitali non offrono molte informazioni inerenti i motivi dei blocchi degli account, e si limitano a far riferimento a generiche violazioni delle policy aziendali. Altre volte (nei casi migliori), mettono a disposizione dei form da compilare per rispondere alle richieste di maggiori informazioni, in cui occorre fornire informazioni dettagliate e complete, caricare documenti ufficiali ed evidenziare tutte le circostanze da cui si evinca la correttezza delle proprie attività.

In tutti questi casi, un occhio legale esperto nel digitale (che segue giornalmente questioni simili) si rivela davvero un utile sostegno nello sblocco degli account, dall’individuazione del problema e delle criticità legali, fino al contatto diretto con i fornitori dei servizi con richiesta legale di sblocco dell’account.

Consulenza legale per la tutela del marchio online

Chiudiamo con la tutela della proprietà industriale e in particolare con la consulenza legale per la tutela del marchio online.

Sempre più spesso nel web assistiamo a fenomeni di concorrenza sleale e contraffazione dei segni distintivi che possono riguardare il marchio figurativo o denominativo ma anche il nome a dominio (es. Cybersquatting).

Ogni azienda corre il rischio di subire danni di immagine incalcolabili e patire le conseguenze della confusione generata nei consumatori che possono scambiare altri siti web o e-commerce di competitor per il tuo.

Per questo è fondamentale attivare le forme di protezione e tutela di questi asset immateriali fondamentali per il brand, soprattutto oggi che l’Unione Europea mette a disposizione fondi per la registrazione dei marchi che riescono a coprire gran parte delle spese da sostenere.

 Approfondisci qui > Come registrare un marchio: la guida legale completa

| Consulenza legale per aziende e professionisti: vantaggi per i business digitali 

Tutte le casistiche delineate evidenziano i vantaggi della consulenza legale per aziende e professionisti che operano in ambito digitale.

Spesso, con un piccolo investimento, è possibile correggere alcune dinamiche del business che, se trascurate, rischierebbero di far perdere grosse somme all’azienda.

Vuoi ricevere risposte legali rapide ed esaustive? Scopri i servizi offerti dal team di Ecommerce Legale. Anche rimandare può essere un costo. 

Floriana Capone

L’Avvocato dell’Ecommerce
POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE
Menu
error: Content is protected !!