agevolazioni finanziamenti ecommerce

Bando SIMEST per ecommerce 2023: come accedere ai contributi a fondo perduto per ecommerce

Se stai progettando di creare il tuo ecommerce, aderire a un marketplace già esistente o migliorare la tua attività di vendita online non puoi farti assolutamente sfuggire l’opportunità di accedere ai contributi a fondo perduto per ecommerce. Il 27 luglio 2023 sono state avviate le procedure di accesso ai fondi SIMEST, tra cui rientra il bando SIMEST per ecommerce. Un’opportunità interessante per chiunque voglia internazionalizzare la propria attività di vendita online.

SIMEST è una società collegata al gruppo Cassa Depositi e Prestiti che si occupa di gestire le risorse statali e finanziare le imprese secondo le linee guida dello Stato.

Il bando SIMEST 2023 per ecommerce prevede finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione e, in particolare per le “spese per lo sviluppo del commercio elettronico in Paesi esteri di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano”.

I fondi per ecommerce sono stati stanziati con il decreto 1° giugno 2023 e sono destinati a diversi tipi di interventi:

  • creazione, sviluppo o implementazione di una piattaforma ecommerce proprietaria;
  • accesso ad una piattaforma informatica (marketplace) appartenente a terzi per la vendita online di beni e servizi prodotti in Italia.

La dotazione finanziaria è di 4 miliardi di euro. Attraverso il bando SIMEST per ecommerce è possibile ottenere contributi a fondo perduto per il 10% dell’importo richiesto, mentre la somma da restituire viene erogata a un tasso agevolato che oscilla intorno al 4%. Il finanziamento dura 4 anni, di cui due di preammortamento.

Ogni attività può richiedere un finanziamento fino a 500 mila euro e l’invio delle domande è permesso fino all’esaurimento dei fondi. Ti spiego come funziona il bando SIMEST per ecommerce 2023 e come fare per accedere ai contributi per la vendita online a fondo perduto.

Quali incentivi ci sono per aprire un’attività nel 2023

Il bando SIMEST per ecommerce fa parte delle sei misure previste dal Fondo 394, stanziate dallo Stato italiano per l’inserimento nei mercati, per la transizione ecologica e digitale, per la partecipazione a fiere ed eventi e, come abbiamo visto, per l’ecommerce. 

Gli incentivi SIMEST a fondo perduto possono essere utilizzati per sostenere l’inserimento in azienda di un Temporary Manager, una figura specializzata nell’internazionalizzazione, nell’innovazione aziendale e nelle politiche di green economy.

Infine, è interessante sapere che esistono incentivi per le consulenze specialistiche e gli studi di fattibilità.

Tra le agevolazioni che è possibile richiedere c’è anche quella destinata alla tutela di diritti di proprietà intellettuale per la quale è consigliabile avvalersi della consulenza di uno studio legale specializzato nella registrazione di marchi e brevetti.

| Chi può beneficiare dei bandi SIMEST per ecommerce

L’accesso al bando SIMEST 2023 è dedicato a tutte le Micro, Piccole e Medie Imprese sotto forma di società di capitali con sede legale operativa in Italia.

La domanda può essere presentata esclusivamente dalle aziende che abbiano già depositato due bilanci di due esercizi completi.

Condizioni vantaggiose sono riservate alle aziende femminili, ai giovani e alle PMI innovative. Stesso discorso vale per le aziende con una sede operativa nel Sud Italia e per quelle con interessi nei Balcani Occidentali.

Per la concessione del finanziamento agevolato per ecommerce, tuttavia, è essenziale che le imprese siano in possesso di tutti i requisiti per partecipare al Bando SIMEST per ecommerce previsti dal decreto. Ossia, le PMI devono:

  • essere iscritte nel registro delle imprese;
  • non essere in una condizione di fallimento;
  • rispettare la normativa sul lavoro e sugli infortuni;
  • non essere considerate imprese in difficoltà.

La domanda di accesso al contributo a fondo perduto per ecommerce può essere presentata singolarmente dalle imprese o in forma aggregata, ovvero sotto forma di rete.

Il bando contiene anche delle indicazioni specifiche sulle imprese non ammesse alla richiesta di contributo. In particolare, sono escluse dalla concessione di agevolazioni le imprese i cui titolari o amministratori abbiano condanne per illeciti nella gestione degli appalti pubblici o siano soggetti a sanzione interdittiva. Infine, non possono partecipare al bando SIMEST 2023 le aziende controllate, residenti o che abbiano ruolo di controllo in un Paese o in un territorio non cooperativo a fini fiscali.

| Agevolazioni previste dal Bando SIMEST per ecommerce

Il bando SIMEST per ecommerce nasce con l’obiettivo di favorire e potenziare gli scambi con l’estero di prodotti e servizi italiani. L’oggetto del finanziamento, dunque, sono propriamente “le spese per lo sviluppo del commercio elettronico in Paesi esteri di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano” o l’accesso a piattaforme per il commercio elettronico di soggetti terzi per le medesime tipologie di prodotti.

Ma in pratica, quali sono le spese ammissibili dal fondo SIMEST? 

In linea generale, le spese ammesse dal fondo SIMEST sono quelle relative alla creazione dell’ecommerce o del marketplace e quelle per le attività di marketing e promozione. Tra di esse rientrano gli hardware, i software, l’acquisto del dominio, la registrazione del marchio, la creazione di applicazioni, la gestione dei social, la SEO.

Ricorda che le spese sostenibili con il fondo sono esclusivamente quelle relative alla commercializzazione di prodotti italiani o contrassegnati dal marchio italiano

| Come richiedere il contributo a fondo perduto 2023

Le domande di accesso al fondo per ecommerce vanno caricate sulla piattaforma dedicata ai finanziamenti agevolati SIMEST. Il portale è attivo dal 27 luglio e non vi sono termini stabiliti per la presentazione delle domande: il bando termina contestualmente all’esaurimento delle risorse disponibili.

Per la compilazione della domanda si accede all’area riservata SIMEST, in cui è possibile allegare la documentazione richiesta. La domanda va presentata dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 18:00, e si compila seguendo una coda virtuale. 

| Come presentare domanda SIMEST? Affidati a Ecommerce Legale

Il bando SIMEST per ecommerce è un’agevolazione finanziaria importante per chiunque voglia entrare nel mondo dell’ecommerce o voglia rafforzare la sua posizione nella vendita online. Le misure previste, infatti, consentono un’implementazione forte della propria attività, soprattutto in un’ottica di internazionalizzazione.

L’accesso alle agevolazioni SIMEST 2023, tuttavia, è subordinato al possesso dei requisiti specifici, che va analizzato prima di partire con la procedura.

Durante la compilazione della documentazione e la presentazione delle domande, inoltre, bisogna prestare molta attenzione ad ogni passaggio: in caso di errori o mancanze la domanda può essere respinta.   

Per partecipare al Bando SIMEST 2023 è meglio affidarsi a un team competente ed esperto nella richiesta di bandi e agevolazione che possa occuparsi di ogni aspetto. Prenota la tua call conoscitiva con gli avvocati di Ecommerce Legale e, se hai i requisiti per partecipare al bando, coglieremo immediatamente l’occasione di ottenere un cospicuo aiuto economico per la tua attività!

Floriana Capone

L’Avvocato dell’Ecommerce

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE
Menu
error: Content is protected !!