Black Friday e Cyber Monday 2023: le regole per avere un ecommerce a norma

Black Friday e Cyber Monday 2023: le regole per avere un ecommerce a norma a cura di ecommerce legale

È in arrivo uno dei momenti più attesi per consumatori e titolari di siti ecommerce: quello del Black Friday 2023. Il fermento si avverte con settimane d’anticipo: gli sconti impazzano, le ads impennano, ed il quarto trimestre dell’anno ecommerce comincia a prendere una bella piega. Ma siamo sicuri di aver organizzato Black Friday e Cyber Monday a norma e di avere un sito ecommerce in regola con la normativa sul commercio elettronico? 

Per il Black Friday, come per il Cyber Monday e le altre vendite promozionali, ci sono delle norme da rispettare che non riguardano solo la struttura del sito e la documentazione legale dell’ecommerce, ma anche il modo di gestire le campagne promozionali e la presentazione della scontistica in considerazione della recente dalla normativa Omnibus. 

Il mancato rispetto della normativa sul Black Friday e il Cyber Monday può compromettere pesantemente il lavoro svolto in questo periodo e farci pentire di aver avviato la campagna promozionale. Le sanzioni previste, infatti, possono essere estremamente elevate, ma basta un consulto con un avvocato dell’ecommerce e un check-up legale del sito per evitare il peggio.

Con questo articolo vedremo quali norme bisogna rispettare per fare un Black Friday a norma nella vendita online. 

Black Friday e Cyber Monday a norma: la definizione normativa

Sappiamo che il Black Friday ed il Cyber Monday sono dei giorni – spesso durano una settimana, la Black Friday Week – in cui è possibile acquistare prodotti contando su un particolare sconto.

A livello normativo, il Black Friday ed il Cyber Monday ricadono nelle “vendite straordinarie” – disciplinate a livello nazionale dal D.lgs. n. 114/1998 e dalla Legge n. 248/2006 – e in particolare nelle “vendite promozionali”. L’articolo 15 D.lgs. n.114/1998 definisce “vendite promozionali”  gli sconti effettuati “per tutti o una parte dei prodotti merceologici e per periodi di tempo limitato”. 

Gli sconti del Black Friday e del Cyber Monday possono riguardare tutti i prodotti in vendita nello store, per un certo periodo di tempo. 

Nelle “vendite straordinarie” rientrano anche i saldi di fine stagione che, a differenza delle vendite promozionali, riguardano solo prodotti stagionali, di moda, o che possono deprezzarsi velocemente con il trascorrere del tempo. 

Nei saldi ci sono le leggi regionali da rispettare (in base alla sede legale dell’ecommerce), tra cui anche quelle che definiscono il numero dei giorni prima dell’inizio dei saldi (di solito 30), nei quali non si possono effettuare vendite promozionali. 

| Black Friday e Cyber Monday ecommerce: le leggi da rispettare

Tra le norme da rispettare per il Black Friday e Cyber Monday vi sono quelle sulle vendite straordinarie, il Codice del Consumo, il GDPR per il trattamento dei dati, la normativa Omnibus e, in generale, la normativa ecommerce

Con questo articolo voglio fornirti una panoramica delle norme che proprio non puoi ignorare, dividendole per argomenti così da non addentrarci troppo in tecnicismi giuridici.

Black Friday e Cyber Monday a norma: come fare campagne a norma

Per informare i tuoi clienti delle promozioni ti servirai di diversi strumenti come le campagne di email marketing e advertising, e landing page.

Vediamo per ciascuno di questi strumenti, a cosa dobbiamo porre attenzione per organizzare il Black Friday e Cyber Monday a norma. 

| Email marketing: acquisizione del consenso e soft-spam

Nell’email marketing dobbiamo rispettare la normativa ecommerce e le norme del GDPR per il trattamento dei dati personali. 

Innanzitutto occorre stabilire a quali utenti si possono inviare le comunicazioni commerciali, verificando che:

  • gli utenti a cui stiamo inviando le comunicazioni commerciali abbiano espresso il loro valido consenso a tal fine; 
  • nella nostra privacy policy sia stato inserito il marketing tra le finalità del trattamento dei dati utilizzati per le campagne; 
  • il consenso espresso sia ancora valido (cioè che non sia trascorso il tempo massimo di trattamento del dato, così come definito nella privacy policy).

Non è possibile inviare comunicazioni commerciali agli utenti che non abbiano espresso il loro consenso specifico all’invio di email promozionali, oppure per i quali il consenso sia scaduto.

Per l’invio delle comunicazioni pubblicitarie gli utenti devono esprimere il loro specifico consenso su richiesta dell’azienda; nel caso in cui il consenso sia scaduto è possibile rinnovarlo attraverso un form apposito, con il flag specifico sull’invio di comunicazioni commerciali. 

Se si tratta di utenti già clienti, ma che non hanno espresso il loro consenso all’invio di mail promozionali, a questi potranno essere inviate comunicazioni commerciali relative a prodotti/servizi analoghi a quelli che hanno già acquistato, usando quello che viene definito il soft-spam

In caso di comunicazione commerciale, le norme sull’ecommerce prevedono l’obbligo di fornire agli utenti alcune informazioni (art. 8, D.lgs. 70/2003): 

  1. che si tratta di comunicazione commerciale;
  2. la persona fisica o giuridica per conto della quale è effettuata la comunicazione commerciale;
  3. che si tratta di un’offerta promozionale con le relative condizioni di accesso; 

Bisogna poi inserire nella mail il link per l’opt-out, utile a revocare il consenso per le future comunicazioni commerciali. 

Esempio di form a norma per la raccolta del consenso.

|Le campagne di advertisingADS e GDPR nel Black Friday

Per le campagne ads bisogna rispettare le norme delle policy imposte da ciascuna piattaforma, per evitare che le campagne vengano non autorizzate o bloccate successivamente.

Per questo, prima di organizzare una campagna adv occorre verificare bene le policy e le normative pubblicitarie delle piattaforme, per non incorrere nella loro violazione. 

Qui trovi la normativa pubblicitaria per le campagne Facebook, e qui la normativa per le campagne Google

Per quanto riguarda poi il rispetto della normativa privacy, se per le campagne sfrutti cookie di profilazione, come il pixel di Facebook, bisogna accertarsi di aver inserito  la relativa informativa nel cookie banner e nella cookie policy, e di utilizzare la profilazione di coloro che hanno espresso il consenso. 

Per approfondire la tematica dei cookie, ti invito a leggere questo articolo.

| Landing pagesi applica la normativa ecommerce

Le landing pages sono un altro strumento molto utilizzato nelle campagne commerciali, anche per finalità di lead generation. 

Se la finalità è la lead generation, devi rispettare le norme in materia di trattamento dei dati personali.

Se la finalità della landing è invece la vendita diretta del prodotto/servizio, per questa valgono le stesse norme per gli ecommerce, anche in tema di informazioni obbligatorie da offrire ai propri utenti, per non incorrere in sanzioni di diversa natura

Tra le norme da rispettare vi sono quelle del Codice del Consumo, sul trattamento dei dati personali e la normativa ecommerce in generale.

La landing page che vende il prodotto deve contenere determinate informazioni obbligatorie:

  • Dati per Identificare il Venditore; 
  • Termini e Condizioni di Vendita (con le relative informazioni obbligatorie); 
  • Privacy e Cookie policy; 
  • Modalità di Pagamento; 
  • Strumenti di contatto. 

Leggi questo articolo per scoprire di più in merito alle informazioni obbligatorie per la normativa ecommerce

Black Friday e Cyber Monday a norma: pubblicizzare gli sconti nella scheda prodotto

Per andare incontro al Black Friday e al Cyber Monday con un ecommerce a norma bisogna porre particolare attenzione alla scheda prodotto che, insieme alle condizioni generali di vendita, costituisce il contratto di vendita nell’ecommerce.

Un aggiornamento importante in tema di sconti e scheda prodotto è arrivato dall’approvazione della normativa omnibus, pensata per assicurare una maggiore trasparenza ai consumatori.

In particolare per presentare gli sconti bisogna indicare:

  • il prezzo di partenza che non è più quello di listino, ma è quello più basso applicato nei trenta giorni precedenti;
  • sconto applicato;  
  • prezzo di vendita finale.

Per indicare lo sconto nella scheda prodotto va utilizzata la dicitura da-a. 

Affinché la scheda prodotto sia a norma è necessario inserire ulteriori informazioni: 

  • l’ammontare delle imposte:
  • le caratteristiche principali del prodotto; 
  • le spese ed i tempi di spedizione;
  • la disponibilità o meno del prodotto; 
  • le informazioni sul diritto di recesso.

Black Friday e Cyber Monday: le sanzioni previste per chi non rispetta la normativa

Violare le norme che ho affrontato con questo articolo può esporre l’ecommerce al rischio di importanti sanzioni. 

La violazione della normativa in materia privacy può indurre a sanzioni da parte del Garante della Privacy. Il Garante può intervenire anche a seguito di segnalazioni da parte di utenti che lamentino la violazione dei propri diritti privacy. 

Inoltre, non rispettare la normativa in materia di vendite straordinarie, non definendo bene gli sconti ed il prezzo reale di partenza, può trasformarsi in una pratica commerciale scorretta, punibile ai sensi del Codice del Consumo con una sanzione fino a 20 milioni di euro.

Violare le norme che ho affrontato con questo articolo può esporre l’ecommerce al rischio di importanti sanzioni. 

La violazione della normativa in materia privacy può indurre a sanzioni da parte del Garante della Privacy. Il Garante può intervenire anche a seguito di segnalazioni da parte di utenti che lamentino la violazione dei propri diritti privacy. 

Inoltre, non rispettare la normativa in materia di vendite straordinarie, non definendo bene gli sconti ed il prezzo reale di partenza, può trasformarsi in una pratica commerciale scorretta, punibile ai sensi del Codice del Consumo con una sanzione fino a 10 milioni di euro.

Black Friday e resi

Nei giorni precedenti al Black Friday, dai giornali e dalle associazioni dei consumatori non arrivano altro che regole da seguire per non incorrere in fregature.

Per rassicurare i consumatori sul fatto che il tuo e-commerce è a norma, devi rispettare la normativa sul diritto di recesso. 

Vediamo quali sono gli adempimenti legali sul il diritto di recesso:

  • I consumatori possono restituire un bene o recedere da un contratto entro 14 giorni dall’acquisto.
  • Il diritto di recesso al consumatore non può essere pubblicizzato come una concessione ma è, appunto, un diritto.
  • Le indicazioni su come effettuare un reso devono essere chiare e facilmente individuabili. Il cliente deve conoscere la sussistenza, le condizioni per effettuare il reso, le modalità e le tempistiche previste dal diritto di recesso;
  • Le informazioni sui resi vanno inserite: nella scheda prodotto, in una pagina creata appositamente, tra i Termini e le condizioni generali di vendita, nell’email di conferma dell’ordine.
  • Nel footer va inserito il link alla pagina contenente le politiche di reso.
  • Bisogna spiegare chi deve pagare le spese di spedizione in caso di recesso. In genere spettano all’utente.
  • Il rimborso va fatto con lo stesso sistema di pagamento utilizzato per l’acquisto. Il titolare è obbligato a restituire il denaro entro 14 giorni dalla restituzione.

Ricordati che il cliente deve poter rendere la merce o recedere dal contratto in maniera semplice, senza che vi siano complicazioni nella procedura.

In caso contrario, si rischia di commettere dei comportamenti illeciti.

Cosa può fare per te l’Avvocato dell’Ecommerce

I profili normativi da considerare nel mondo dell’ecommerce sono tanti. Ed il rischio di sanzioni e problemi legali non è così remoto. 

Per questo motivo ho deciso di mettere a disposizione dei merchant il mio studio e la mia competenza, affinché ci si possa dedicare al business, senza preoccuparsi delle questioni legali!

Non perdere tempo, lascia le questioni legali a chi ne è competente. 

Contattami per richiedere una consulenza personalizzata. 

Floriana Capone

l’Avvocato dell’Ecommerce

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE
Menu
error: Content is protected !!