BLACK FRIDAY 2023: come preparare il tuo ecommerce al Black Friday a livello normativo

Black Friday normativa

Il Black Friday è l’appuntamento di apertura della stagione più calda per gli ecommerce, quella degli acquisti natalizi, in cui i merchant raggiungono i fatturati più alti. Per affrontare al meglio questo periodo è essenziale farsi trovare pronti anche dal punto di vista legale e preparare l’e-commerce al Black Friday a livello normativo, soprattutto dopo l’entrata in vigore della più recente direttiva omnibus.

Il “venerdì nero” è un momento imperdibile per tutti gli amanti dello shopping online perché i merchant propongono una serie di prodotti o beni a prezzi vantaggiosi. È fissato l’ultimo venerdì di novembre e la data ufficiale del Black Friday 2023 è il 24 novembre. Nonostante il nome si riferisca ad un solo giorno, in molti casi, gli sconti si protraggono per più di 24 ore, tanto che si parla spesso di Black friday week

Tutta questo interesse da parte dei consumatori è dovuto in particolare a sconti e promozioni ma anche alla maggiore propensione all’acquisto in vista del periodo natalizio.

Chiaramente, dinanzi ai flussi di lavoro previsti, i merchant devono mettere in atto tutte le strategie possibili per ottimizzare il proprio ecommerce e capire come si gestiscono le promozioni durante il Black Friday

Dal punto di vista legale, la gestione del Black Friday segue la normativa sulle vendite straordinarie. Tuttavia per preparare un sito ecommerce al Black Friday bisogna affrontare molte criticità e analizzare anche altri aspetti per evitare sanzioni e conquistare la fiducia dei potenziali clienti, tra cui: la compliance al GPRD, la correttezza della documentazione legale, la presentazione degli sconti online.

In questa occasione, particolare attenzione va posta alle schede prodotto: informazioni incomplete o sbagliate possono esporre il tuo e-commerce a segnalazioni al Garante per pratiche commerciali scorrette. 

Vediamo cosa prevede la normativa sul Black Friday e il Cyber Monday.

| Le vendite straordinarie nell’e-commerce: Black Friday, Cyber Monday e Saldi

Il Black Friday e il Cyber Monday, così come i saldi di stagione, sono promozioni stagionali sottoposte alle norme sulle vendite straordinarie.

In queste date, i prodotti del negozio online vengono proposti a prezzi scontati suscitando un enorme interesse da parte dei consumatori.

Considera che, analizzando i trend relativi al Black Friday, tra le ricerche di maggior tendenza c’è quella relativa al sito ecommerce di farmacia e cosmesi Dr.Max, che ha avuto un’impennata del 170% nelle ricerche.

Questo è solamente un esempio per farti capire che gli utenti iniziano già a fremere e che devi preparare il tuo e-commerce al Black Friday in modo estremamente accurato, sia per quanto riguarda il business che dal punto di vista legale. 

Sebbene rientrino entrambi nell’ambito delle vendite straordinarie, la differenza tra Black Friday e Cyber Monday rispetto ai saldi stagionali riguarda la tipologia di prodotti in offerta:

  • durante il Black friday e il Cyber Monday il ribasso può riguardare tutti i prodotti dello store, ma solo per un determinato periodo;
  • nei saldi di fine stagione, invece, gli sconti si applicano solo agli articoli che perdono valore con il passare del tempo, quelli di moda o gli articoli stagionali.

Facciamo un focus sulla normativa da rispettare per preparare il tuo e-commerce al Black Friday.

| La normativa di riferimento per preparare l’e-commerce al Black Friday 2023

Le vendite straordinarie a livello nazionale sono disciplinate in particolare dall’articolo 15 del D.lgs. n. 114/1998 che stabilisce, innanzitutto, che le condizioni favorevoli della vendita siano reali ed effettive.
In caso contrario altrimenti, si parlerebbe di pratiche commerciali scorrette o ingannevoli, per le quali sono state innalzate le sanzioni fino a 10 milioni di euro.

Per quanto riguarda il Black Friday e il Cyber Monday, inoltre, bisogna tenere presente che i prodotti a prezzi scontati possono essere offerti soltanto per un periodo limitato nel tempo.
Tuttavia, la scontistica non è limitata ad articoli specifici ma può essere estesa a qualsiasi prodotto dello store, a discrezione del merchant.

Con l’entrata in vigore della normativa Omnibus cambiano le modalità di presentazione degli sconti online. Per preparare l’e-commerce al Black Friday negli annunci di riduzione di prezzo bisogna indicare il prezzo precedente in vigore prima della promozione, facendo riferimento al prezzo più basso esposto nei trenta giorni precedenti.

Durante le vendite straordinarie, quindi, non è necessario inserire il prezzo iniziale. Ma vanno esposti sia il prezzo scontato che il prezzo applicato negli ultimi 30 giorni con la percentuale di sconto. È fondamentale tenere conto di questa indicazione per la creazione delle schede prodotto del tuo e-commerce.   

Oltre alla normativa specifica, per preparare l’e-commerce al Black Friday dal punto di vista legale vanno considerati:

  • il Codice del Consumo, 
  • il GDPR per il trattamento dei dati,
  • la normativa omnibus; 
  • la normativa e-commerce

Bisogna tenere a mente che la legge stabilisce che nei 30 giorni che precedono il periodo dei saldi è vietato effettuare sconti sui prodotti. 

> Check list per preparare l’e-commerce al Black Friday 2023

Affinché il tuo negozio online possa affrontare il Black Friday 2023 senza incorrere in sanzioni, ecco una checklist degli aspetti legali a cui porre attenzione per avere un sito ecommerce a norma. 

1. Compila correttamente le schede prodotto

Nella compilazione delle schede prodotto bisogna tenere conto degli obblighi informativi relativi all’e-commerce.

Affinché la scheda prodotto sia a norma si devono indicare:

  • le caratteristiche del prodotto (colore, dimensioni, funzionalità); 
  • le spese di spedizione;
  • le tempistiche;
  • se il prodotto è disponibile in negozio o meno.

È fondamentale anche che il cliente sia informato sul diritto di recesso, se ammesso e a quali condizioni.

Per quanto riguarda i prezzi, la scheda deve essere compilata in questo modo:

  1. Si inserisce il prezzo più basso applicato negli ultimi trenta giorni;
  2. Va indicata la percentuale di sconto;
  3. Si espone il prezzo di vendita scontato.

Inoltre, per la promozione degli sconti online le nuove norme europee per ecommerce impongono che il merchant informi i consumatori sul prezzo precedente praticato in un periodo di almeno 30 giorni.

2. Crea landing page a norma 

Per promuovere i tuoi prodotti e gli sconti previsti per il Black Friday 2023 e il Cyber Monday potresti decidere di utilizzare anche delle landing page.

Questo strumento può essere scelto sia per la lead generation che per la vendita diretta dei prodotti o servizi.

Nel caso delle campagne commerciali finalizzate alla vendita, le landing page fanno riferimento alla normativa e-commerce, al Codice di Consumo e al GDPR.

Per cui devono contenere le informazioni obbligatorie previste per i siti di vendita online:

  1. Dati del titolare
  2. Termini e Condizioni di Vendita 
  3. Privacy Policy
  4. Cookie policy 
  5. Sistemi di Pagamento 
  6. Informazioni di contatto 

È obbligatorio inserire questi dati all’interno della landing page per non incorrere in sanzioni.

3. Rispetta la normativa nel marketing

Se hai già una tua lista di contatti e vuoi sfruttare l’email marketing per aumentare le vendite del tuo e-commerce devi conoscere bene la normativa.

Innanzitutto, secondo l’art. 8 del D.lgs. 70/2003 le comunicazioni commerciali devono contenere delle informazioni inequivocabili sulla natura dell’email.

Bisogna rivolgersi, quindi, a un utente consapevole, in grado di riconoscere una comunicazione commerciale e da parte di chi proviene. Nelle email va specificato se si tratta di un’offerta promozionale e quali sono le modalità di accesso agli sconti. Le offerte devono essere promosse in maniera veritiera e trasparente, per non commettere pratiche commerciali scorrette.

Poi per fare email marketing a norma di GDPR devi verificare almeno che:

  • i clienti abbiano dato il loro valido consenso alla finalità del marketing diretto,
  • tra le finalità del trattamento dei dati personali nella privacy policy compaiano le operazioni di marketing diretto.

Inoltre, dovresti controllare che il consenso privacy per il marketing sia valido. Nella Privacy Policy, infatti, va normalmente indicato un limite massimo di conservazione oltre il quale in consenso espresso non è più valido.  La lista dei contatti andrebbe regolarmente aggiornata con le persone che hanno prestato.

È possibile rinnovare il consenso tramite un form oppure attraverso una richiesta specifica.

Il GDPR vieta l’invio di email commerciali a chi non ha espresso il suo consenso esplicito.

Tuttavia, c’è un’alternativa legale per inviare email commerciali ai clienti che non hanno espresso il loro consenso esplicito alle attività promozionali: il soft spam, ossia la possibilità di inviare mail promozionali con prodotti simili a quelli già acquistati.

Le email di marketing devono prevedere la possibilità di revocare il consenso all’invio di comunicazioni commerciali, tramite un link per l’opt-out.

Ti consiglio di approfondire l’articolo sul telemarketing a norma di privacy e GDPR  se utilizzi le chiamate tramite operatore.

| Black Friday 2023: domande e risposte

È obbligatorio fare gli sconti per il Black Friday? 

Gli sconti per il Black Friday non costituiscono un obbligo di legge. Fino a qualche anno fa, infatti, erano addirittura vietati. 

Esiste una normativa specifica su Black Friday e Ciber Monday?

Al momento, il Cyber Monday e il Black Friday non hanno una disciplina specifica ma rientrano nelle vendite straordinarie. 

Quanto dura il Black Friday?

Il Black Friday ha avuto origine nel 1924, dove era stato indetto per segnare l’avvio delle feste natalizie. 

Inizialmente era un solo giorno in cui vendere articoli a prezzi scontati. Con il passare del tempo molti negozianti hanno deciso di espandere l’appuntamento a 3 giorni o a una settimana (la c.d. black friday week).  

Posso cambiare i prezzi iniziali o i prezzi nelle schede prodotto durante il Black Friday?

Assolutamente no! Il prezzo iniziale deve corrispondere a quello che hai applicato al tuo prodotto. Eventualmente potresti indicare anche il prezzo di listino per mostrare l’entità dello sconto.

Quando iniziano gli sconti per il Black Friday? 

Il Black Friday 2021 inizia il 24 novembre a mezzanotte e finisce dopo 24 ore.

Gli sconti Black Friday, in teoria, dovrebbero svolgersi per tutta la giornata. Tuttavia i siti e-commerce che propongono sconti per un periodo più lungo sono moltissimi.

Per rispettare la normativa basta che siano limitati nel tempo (un giorno, un weekend, una settimana). 

Cosa può fare per te l’Avvocato dell’Ecommerce

Come avrai capito, preparare il tuo e-commerce al Black Friday 2023 non significa solo organizzare le vendite o pianificare le campagne pubblicitarie.

Il tuo e-commerce deve essere ben gestito a livello normativo così da evitare le sanzioni da parte del Garante della privacy.

Violare la normativa sulla Privacy o quella sulle vendite straordinarie può costarti fino a 10 milioni di euro.

Per evitare di correre questi rischi, puoi rivolgerti ad un legale specializzato nell’e-commerce in modo che possa seguirti con competenza.

Se hai bisogno di una consulenza sul tuo negozio online, contattami

Floriana Capone

L’Avvocato dell’Ecommerce

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE
Menu
error: Content is protected !!